blog_post_335

La seduta del 7 ottobre del Consiglio regionale della Lombardia è stata interamente dedicata alle donne e nello specifico a due temi molto importanti per le donne: la prevenzione del tumore al seno e l’ascolto delle voci di chi sta affrontando la malattia. 

Queste sono le tematiche che fanno da filo conduttore al lavoro di associazioni come LILT, Europa Donna e Salute Donna che – ascoltate da Alessandro Fermi, presidente dell’Assemblea regionale, ed Emanuele Monti, presidente della Commissione Sanità – hanno ricordato che la Lombardia è la regione con più adesioni di screening, ma che c’è ancora tanta strada da fare. Per migliorare la situazione, l’educazione alla prevenzione deve essere ancora più diffusa e, con il supporto delle iniziative delle varie associazioni, questo passo può essere compiuto più agevolmente.

Dal canto suo la Regione ha attivato – da oltre vent’anni – diversi programmi di prevenzione oncologici, con particolare attenzione alla prevenzione del carcinoma mammario: dall’attività di screening al lavoro dell’Intergruppo consiliare regionale per la tutela dei pazienti oncologici per puntare un faro sui problemi ancora irrisolti, sulla voce dei pazienti e degli addetti ai lavori e avviare così politiche di sostegno sempre più mirate

In occasione della riunione, rappresentanti delle tre associazioni hanno distribuito un fiocchetto e una mascherina rosa indossati da tutti i Consiglieri regionali.