Sportello LILT e sussidi economici

Sportello LILT e sussidi economici

La prima segnalazione di bisogno dell’assistito può giungere a LILT sia dagli enti pubblici (servizi sociali) che da enti del privato sociale. Il Servizio accoglie comunque anche pazienti che si presentano spontaneamente.  Lo sportello è lo spazio informativo che LILT dedica alle famiglie e ai pazienti oncologici in stato di indigenza che vogliono conoscere quali servizi offre il territorio a sostegno della terapia. Inoltre vengono fornite informazioni rispetto alla legislazione di riferimento in ambito oncologico con l’obiettivo di sollecitare la consapevolezza dei pazienti e dei famigliari di essere titolari di diritti.

Il Servizio Sociale è attivo tutto l’anno, anche nel mese di agosto, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 13.00, presso le nostre sedi di piazzale Gorini 22 oppure di via Venezian 10.

Il paziente viene accolto prevalentemente su appuntamento per evitargli tempi di attesa prolungati. Viene richiesta  documentazione sia sanitaria che reddituale; se il paziente è di Milano/Monza Brianza e Province riceverà una visita domiciliare da parte di un Assistente Sociale; se proviene da fuori provincia o dall’estero, non riceverà alcuna visita domiciliare ma dovrà comunque presentare la documentazione richiesta.

Successivamente, e solo dopo aver raccolto tutta la documentazione richiesta, viene compilata la cartella sociale e redatta una relazione contenente tutte le informazioni sanitarie, sociali ed economiche. Le cartelle con le relative relazioni vengono poi discusse nell’ambito della commissione interna LILT per deliberare gli aiuti.

Il Servizio Sociale si rivolge a tutti i pazienti oncologici (adulti, bambini e adolescenti) e alle loro famiglie, provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Durante i primi mesi di pandemia, le richieste hanno riguardato in maggioranza gli alloggi, l’accompagnamento alle terapie e i sussidi economici. Per poter continuare ad erogare i contributi nonostante le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, il servizio è diventato “a domicilio”, ovvero l’Assistente sociale LILT si occupa di consegnare il sussidio mensile e/o altri aiuti direttamente a casa dell’assistito.

Delle 667 richieste preventivate, il servizio ha potuto accoglierne l’88% in più, ovvero 5.388 domande di assistenza da parte di malati oncologici da marzo ad agosto. Nel complesso, LILT ha sostenuto una spesa pari a 206.571 euro in sussidi economici per malati e famiglie indigenti in cura durante l’Emergenza Covid.


Info e contatti

Settore Assistenza - Tel: 02 26.68.31.53

Assistenti sociali:

  • Paolo Andreotti 02/4952.1218
  • Davide Ferraris 02/4952.1221

Email: assistentisociali@legatumori.mi.it