Diventa donatore

Una donazione alla LILT è un gesto concreto per la lotta contro il cancro. Tutte le donazioni vengono totalmente impiegate nell'acquisto di nuova strumentazione diagnostica, nell'apertura di nuovi Spazi Prevenzione oppure per i nostri servizi di Assistenza a favore di bambini, adolescenti e adulti.

Scegli il progetto che vuoi sostenere e regalalo a chi vuoi bene!

Sono molti i modi per donare alla LILT e rendere possibili le nostre attività sul territorio.

  • Donazione on-line;
  • Conto corrente postale n° 2279 intestato a:
    "Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori"- via Venezian, 1- 20133 Milano;
    Conto corrente bancario IT 83V0311101622000000018213 UBI Banca S.p.A (Per poter inviare la ricevuta, ricordarsi di inserire sempre nella causale nome, cognome e indirizzo di chi ha effettuato il bonifico)
  • Addebito automatico (RID) con prelievo automatico dal conto corrente bancario, basta rivolgersi presso la propria banca per un aiuto facile e continuativo;
    CartaSì e American Express: versamento telefonico 02.49521 
  • Presso la Sede: ingresso al pubblico in Piazzale Gorini 22, a Milano dal lunedì al venerdì 9-13.30 / 14.30-17.
  • Presso gli Spazi Prevenzione e le Delegazioni.

 

VANTAGGI FISCALI PER I DONATORI
Dal 3 agosto 2013 la nostra Associazione è iscritta all'elenco degli Enti di ricerca beneficiari delle disposizioni dell'art. 14 del DL 35/05 convertito da L 80/05 (ultimo aggiornamento: DPCM 31/10/2016 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.290 del 13/12/2016).


Le erogazioni liberali sono deducibili, purché effettuate con un mezzo tracciabile (bonifico, assegno, tessera Bancomat, carta di credito, bollettino postale, vaglia)
dalle PERSONE FISICHE 
nella misura massima del 10% del reddito imponibile e, comunque, fino a 70.000 €
ai sensi dell'articolo 14 del DL 35/05, convertito da L 80/05;
dalle PERSONE GIURIDICHE
nella misura massima del 10% del reddito imponibile e, comunque, fino a 70.000 €
ai sensi dell'articolo 14 del DL 35/05, convertito da L 80/05, o, in alternativa, sino al 2% del reddito dichiarato ex articolo 100, comma 2 lettera a) del D.P.R. 917/86 (TUIR);
per le sole donazioni erogate ai fini della ricerca scientifica, senza vincoli assoluti o in percentuale ai sensi dell'articolo 1, comma 353, della legge 23 dicembre 2005, n. 266.

Le quote associative non sono deducibili.